Inserisci 3 URL da confrontare


Risultati

Errore: Non è stato possibile scaricare la risorsa.
Link
Filtri
  Occorrenze
Tutte | Contenuto | TF-IDF

Istruzioni d'uso dello strumento

Analisi delle parole chiave con URLsMatch.eu

Strumento per l'analisi delle parole chiave: SEO Copywriting e Keyword Discovery

URLsMatch strumento per SEO CopywritingURLsMatch.eu di EVE Milano è uno strumento gratuito per l'analisi delle parole chiave, un tool per la SEO copywriting che permette di analizzare fino a 3 diversi URL ed evidenziare i termini in comune e molte altre informazioni utili alla SEO on-page. Tramite questo tool è possibile trovare parole chiave rilevanti utilizzate dai TOP competitor che si posizionano in prima pagina su Google. Quando si deve creare un testo ottimizzato per una nuova pagina web è importante, prima di iniziare a scrivere, sviluppare una lista di parole chiave primarie e correlate in modo da ampliare la semantica della pagina. Con URLsMatch.eu possiamo analizzare, ad esempio, i primi 3 siti presenti in Google per una determinata ricerca e visualizzare i termini utilizzati nei relativi siti web evidenziando le parole in comune. Se tutti e tre i siti web utilizzano determinate parole chiave, forse dovresti farlo anche tu se vuoi posizionarti perché sia Google che gli utenti si aspettano di trovare quei concetti espressi. Una volta identificata la parola chiave primaria che ti interessa, cercala in Google e salva gli URL dei primi 3 siti rilevanti. Inserisci nel tool questi 3 URL per analizzare le parole chiave utilizzate. I termini in comune vengono colorati, mentre i termini più rari sono caratterizzati da un valore TF-IDF più alto degli altri.

Legenda

  • URL A/B/C: in questi campi è possibile inserire da 1 a 3 URL da analizzare. Inserendo un solo URL il tool esegue una analisi della Keyword Density mentre inserendo 2 o 3 URL lo strumento confronta le parole utilizzate, evidenziando quelle in comune.
  • Stop Words: le stop words sono parole da escludere dall'analisi, come articoli e congiunzioni. E' possibile modificare la lista inserendo le stop words desiderate.
  • UserAgent: il termine UserAgent si riferisce ai client che accedono al World Wide Web. Oltre ai browser, gli user agent del web possono essere i crawler dei motori di ricerca, i telefoni cellulari, i lettori di schermo e i browser braille usati da persone non vedenti. Quando gli utenti di Internet visitano un sito web, una stringa di testo è solitamente inviata per fare identificare al server lo user agent. Questo fa parte della richiesta HTTP, con prefisso "User-agent:" o "User-Agent:" e tipicamente include informazioni come il nome dell'applicazione client, la versione, il sistema operativo e la lingua. I bot spesso includono anche l'indirizzo web e la mail del proprietario, in modo tale che l'amministratore del sito possa contattarlo. La stringa dell'user-agent è uno dei criteri per i quali alcuni bot possono essere esclusi da alcune pagine usando il file robots.txt. Questo permette ai webmaster, che ritengono che alcune parti del loro sito (o tutto il sito) non debba essere incluso nei dati raccolti da un particolare bot o che quel particolare bot stia usando troppa banda, di bloccare l'accesso alle pagine. L'UserAgent di questo tool può essere modificato a piacimento sostituendo la stringa nel campo.
  • Limite Caratteri: il limite caratteri imposta la lunghezza minima delle parole da analizzare. L'impostazione di base è 4 e significa che tutte le parole con meno di 4 caratteri sono escluse.
  • Ripetizioni: numero di ripetizioni minime da considerare nell'analisi. L'impostazione di base è 1, aumentando il limite vengono considerate solo parole chiave che sono ripetute in pagina 2 o più volte fino ad un massimo di 6.
  • Numero Parole: questo campo imposta il numero di parole da considerare nel confronto. Il valore di base è impostato a 1, impostando il valore a 2 vengono analizzate coppie di parole, e così via fino a 6 parole consecutive.
  • Analizza: premendo questo bottone si avvia l'analisi dei dati.
  • Download Excel: il tool permette di estrarre i dati generando lato client un file Excel. Se viene mostrato un avviso premere "ok" per proseguire.
  • Canonical: se viene individuata la tag Rel Canonical il tool attiva il link all'URL canonico.
  • HTTP Status: status code (200, 3xx, 4xx e 5xx).
  • Hops: numero di redirect necessari a raggiungere la pagina richiesta.
  • Headers: intestazione HTTP della chiamata.
  • Parole Contenuto: conteggio delle parole comprese tra la tag H1 e fine del post o della pagina. L'algoritmo cerca di escludere in automatico le parole incluse nel footer, nella sidebar, nella barra di navigazione ed in eventuali commenti a fine articolo.
  • Parole Totali: conteggio delle parole comprese nella tag body dell'HTML.
  • Rapporto Parole: rapporto tra Parole Contenuto e Parole Totali.
  • Caratteri Testo: conteggio dei caratteri compresi nella tag body dell'HTML.
  • Caratteri HTML: conteggio dei caratteri di tutto HTML
  • Rapporto Caratteri: rapporto tra Caratteri Testo e Caratteri HTML.
  • Titolo: title tag della pagina richiesta.
  • Lunghezza Titolo: lunghezza della title tag in caratteri.
  • Descrizione: meta description della pagina richiesta.
  • Lunghezza Descrizione: lunghezza della meta description in caratteri.
  • Keywords: campo meta keywords.
  • Lunghezza Keywords: lunghezza della tag meta keywords in caratteri.
  • NoIndex: questo campo indica SI se la pagina richiesta è taggata NoIndex.
  • NoFollow: questo campo indica SI se la pagina richiesta è taggata NoFollow.
  • Sitemap: se il tool individua la Sitemap.xml visualizza il link al file XML.
  • Robots: se il tool individua il Robots.txt visualizza il link al file TXT.
  • H1: tag Heading H1.
  • H1 Multipli: questo campo indica SI se il tool individua più di una tag H1.
  • Numero Immagini: numero di immagini individuate in pagina. Cliccando il numero un popup visualizza tutte le Alt Tag.
  • Numero Link Interni: numero di link interni individuati in pagina. Cliccando il numero un popup visualizza le Anchor Text.
  • Numero Link Esterni: numero di link esterni individuati in pagina. Cliccando il numero un popup visualizza le Anchor Text.
  • Filtri: quando si inseriscono 2 o 3 URL da analizzare è possibile utilizzare i filtri per evidenziare le parole in comune. Il filtro A+B+C (verde) evidenzia le parole in comune a tutte e 3 le pagine analizzate. I filtri A+B (giallo), A+C (arancione) e B+C (azzurro) evidenziano le parole in comune a due pagine.
  • Cerca: tramite il campo Cerca è possibile filtrare in tempo reale le parole analizzate nelle pagine.
  • Occorrenze (Tutte): ripetizioni della parola chiave all'interno dell'HTML degli URL analizzati.
  • Occorrenze (Contenuto): ripetizioni della parola chiave all'interno del corpo del testo degli URL analizzati.
  • TF-IDF: il valore TF-IDF indica la rarità di ogni singolo termine in rapporto a tutti i termini individuati negli URL analizzati. La funzione di peso TF-IDF (Term Frequency–Inverse Document Frequency) è una funzione utilizzata in Information Retrieval per misurare l'importanza di un termine rispetto ad un documento o ad una collezione di documenti. Tale funzione aumenta proporzionalmente al numero di volte che il termine è contenuto nel documento, ma cresce in maniera inversamente proporzionale con la frequenza del termine nella collezione. L'idea alla base di questo comportamento è di dare più importanza ai termini che compaiono nel documento, ma che in generale sono poco frequenti.

Scopri le parole chiave dei tuoi competitor

Urlsmatch.eu è uno strumento SEO che analizza e confronta le parole contenute nelle 3 pagine inserite nei campi URL A, B e C. I risultati sono suddivisi in 2 sezioni, la prima parte è relativa ai dati di SEO on-page, come ad esempio le meta tag, la tag rel canonical, i link interni ed esterni. La seconda parte è dedicata alla distribuzione o densità delle parole chiave (keyword density) relativa a due livelli: il conteggio della parola chiave nel contenuto centrale della pagina e nell'intero HTML. Tutte le parole estratte dai tre URL vengono considerati per il calcolo dell'indice TF*IDF. Per ottimizzare il testo di una pagina è importante inserire le giuste parole chiave. Spiare i testi dei TOP competitor (ovvero quelli meglio posizionati su Google per parole chiave strategiche) permette di identificare le parole ricorrenti.

Fai una prova, scegli una parola chiave di tuo interesse e inseriscila in Google. Scegli tre competitor diretti escludendo siti fuori categoria (ad esempio Wikipedia) ed inseriscili in Urlsmatch. Utilizza i filtri per evidenziare i termini in comune a due o tre URL e scarica il file Excel. A questo punto assicurati che nel tuo testo siano presenti le parole chiave strategiche dei tuoi competitor.

Strumento SEO gratuito e senza pubblicità

Questa pagina è stata visualizzata volte. Supportaci condividendo urlsmatch.eu sui social network oppure inserendo il banner nel tuo sito. Copia e incolla questo codice nell'HTML delle tue pagine per mostrare il banner.